domenica 24 febbraio 2008

Le due facce dell'Italia!!


Leggendo i giornali e guardando il telegiornale in tv ultimamente mi sembra di vivere in due paesi distinti.

Da una parte c'è l'Italia Cattolica e Conservatrice e permettetemi di dire anacronistica che ogni giorno attacca in maniera "indiretta" la legge 194 attraverso blitz della polizia o l'anticipazione a 22 settimane il termine dell'aborto terapeutico in Lombardia.

Dall'altra un' Italia che come membro attivo dell'Unione Europea da maggio '08 prenderà parte alle innovazioni riguardanti la " Convenzione europea sull'adozione dei minori". Secondo cui:

"I cambiamento della società hanno reso indispensabile un'evoluzione del testo del 1967, secondo il vicesegretario generale di Consiglio d'Europa Maud de Boer Buquicchio nel presentare il testo a Strasburgo. La nuova convenzione, che inoltre abbassa l'età dei genitori adottivi e 30 anni ed introduce il consenso all'adozione anche da parte del padre non sposato, focalizza tutto sul migliore interesse del minore, che sarà coinvolto e ascoltato nel processo decisionale, nonchè sarà autorizzato a conoscere le sue origini. "

Quindi da un lato abbiamo un'Italia saldamente ancorata alla "tradizioni" e ai valori religiosi cristiani, ma che non riesce a comprendere che ormai solo in Italia vengono combattute certe battaglie. Basti vedere Giuliano Ferrara che vuole portare al parlamento europeo la moratoria con l'aborto. A dir poco assurda, a mio avviso!!

Dall'altra un'Italia moderna, che come membro attivo dell'Unione Europea è proiettata verso il futuro del nostro pianeta e cerca di affrontare temi sociali importanti. E che presto discuterà in parlamento il tema dell'adozione per i single, le coppie non sposate, e i tanto temuti omossessuali. Anche se temo che tutta questa innovazione sia solo una facciata e che le vere riforme e retifiche verrano fatte solo negli altri paesi europei: Germania, Francia, Spagna...

Secondo voi ho ragione? L'Italia è veramente divisa in due? Oppure è tutto frutto della mia fantasia?
Fatevi sentire nell'area commenti!!

4 commenti:

Andrew ha detto...

Taz hai pienamente ragione

Righello ha detto...

Già, hai sottolineato un delle tante contraddizioni del nostro paese. Comunque una cosa che proprio non sopporto di questa storia sull'aborto è l'intromissione indiretta (o forse anche diretta?) della Chiesa Cattolica nelle questioni dello Stato che è, ci tengo a dirlo, LAICO. Non è la prima volta, poi, che lo Stato Pontificio, con tutta la sua dottrina, rallenta il progresso dell'Italia, rendendola ostile all'innovazione,tanto istituzionale quanto scientifica: basti pensare al periodo postrisorgimentale tra 500 e 600, quello dell' Inquisizione e della Censura che pose l'Italia, e non solo, su un piano marginale rispetto alla Rivoluzione Scientifica che stava trasformando il resto dell'Europa.
P.S. Spero di non essere uscito troppo dal discorso dellarticono :)

Taz ha detto...

Grazie Andrew noto che ultimamente abbiamo proprio la stessa visione di immagine della nostra società.

@ Righello, sono felice che tu voglia difendere come me la laicità di questo stato.
Per quanto riguiarda la digressione sul passato del nostro paese, non preoccuaparti non sei "uscito fuori tema"...
I commenti sono belli perchè si può dire e fare quello che meglio si crede. L'isola di parole è un vero "paese libero"!! :-P

Alberto ha detto...

In una società ci sono sempre quelli che guardano avanti e quelli che tirano il freno o che ingranano addirittura la retromarcia.