mercoledì 7 novembre 2007

Luxuria: " Mi vietano di fare da testimone"


Altro che matrimoni gay. Se non sei eterosessuale alle nozze non puoi fare neppure da testimone. Questa, almeno, è la denuncia del deputato transgender del Prc, Vladimir Luxuria, che ha raccontato di aver dovuto rinunciare a fare da testimone al matrimonio della cugina, al Santuario dell'Incoronata, a Foggia, in seguito a uno specifico divieto imposto dal vescovo del capoluogo pugliese.

Il vescovo di Foggia, Francesco Pio Tamburrino, in serata avrebbe però cambiato idea, assicurando che Vladimir Luxuria "potrà tranquillamente fare il testimone di nozze avendo compiuto 18 anni, poiché per la legge, per essere testimone, è sufficiente che una persona sia maggiorenne". Ma la polemica è gia innescata e non frenano diffidenze e pregiudizi storici. Le nozze si terranno il 18 settembre del 2008.

Il ministro per i Diritti e le Pari Opportunità Barbara Pollastrini è intervenuto definendo "un atto di saggezza", la decisione dell'Arcivescovo di Foggia di ammettere la deputata come testimone.

Ma la marcia indietro del Vescovo non placa la rabbia di Luxuria. "E' un fatto gravissimo - accusa - che dimostra ancora una volta la lontananza dei vertici ecclesiastici dalla comunità cattolica, sempre più aperta e tollerante". "Per quanto mi riguarda - racconta il parlamentare di Rifondazione - ho accettato la richiesta di mia cugina e del futuro marito senza opporre alcun problema riguardo alla scelta di sposarsi con rito cattolico. Sono una persona educata e rispetto i valori altrui, quindi mi sarei aspettata un atteggiamento altrettanto tollerante da parte del vescovo".

"Credo che questo divieto - attacca - non sia legittimo in quanto non mi risulta che tra i requisiti per fare il testimone non possa rientrare la mia persona. E' una faccenda che mi rattrista e non certo isolata. Molti, meno in vista di me, ogni giorno, subiscono queste umiliazioni senza poter fare nulla". "Quanto accaduto non cambierà nulla rispetto ai sentimenti che mi legano a mia cugina e al suo compagno ma spero - conclude - che possa contribuire a far calare il velo di ipocrisia che spesso circonda gli 'affari' della Chiesa".

A favore e contro, le risposte del mondo politico non si sono fatte aspettare. Secondo il presidente del circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, Rossana Praitano, si tratta di un atteggiamento "inaccettabile, che rappresenta a pieno quello che la Chiesa cattolica fa da anni pur negandolo, ovvero una continua ed incessante discriminazione delle persone gay, lesbiche e transessuali".

testo tratto da Repubblica.it

Secondo voi la Chiesa un giorno accetterà mai il fatto che esistono persone che con un orientamento sessuale differente da quello eterosessuale?? E che ciò non mina affatto i valori della famiglia e quelli del cristianesimo??

8 commenti:

Annarita ha detto...

Ciao, Taz:). Sono passata per un saluto. Sono di corsa:(

Annarita

Taz ha detto...

grazie mille sei sempre la benvenuta...

Mark ha detto...

ke vergogna..al giorno d'oggi si predica bene ma si razzola male..povera luxuria

http://mark-be.blogspot.com

Mike ha detto...

Si vabbè ora non rompiamo tanto i coglioni... si sa che in chiesa odiano i gay, se poi uno viene travestito da donna il prete manco ti lascia entrare, ma è ovvio... ci vorrà qualche decennio prima che possa succedere una cosa del genere, capisco un pò luxuria ma dai, non è la fine del mondo, non farà da testimone, chissenefrega, saran mica questi i veri problemi della chiesa????

Taz ha detto...

Certo sputiamo in faccia alla gente, diciamo che una persona non è uguale a me e te a te solo perchè si mette la gonna invece dei pantoloni, solo perchè si mette il rossetto invece che il dopobarba...
Certo al mondo muoiono persone, si stuprano donne e vengono calpestati i dirittti umani tutti giorni...

Però permettimi mike di indignarmi difronte a questa vicenda e di rompere i coglioni quanto cazzo mi pare sul mio blog.
Taz

Andrew ha detto...

Povera Luxuria

maracaibo7 ha detto...

la Chiesa è ricca di contraddizioni!!!...difficile che cambi...
Dovrebbe esser il "luogo" più aperto e più tollerante invece no! che tristezza :-( e grande Luxuria che dimostra sempre grande diplomazia!

Taz ha detto...

Si hai ragione, si è comportata da gran signora... altro che preti, vescovi e cardinali...