lunedì 5 novembre 2007

Zenga, una brava persona...


Questa sera, mentre cenavo guadavo come ogni sera il telegiornale di La7, l'unico in onda alle 20.00 che riesca a dare un informazione abb. imparziale.
Dopo le solite notizie di cronaca ed informazione sono rimasto piacevolmente colpito da un'intervista ad un grande ex-calciatore Walter Zenga.

Zenga non ha parlato assolutamente di calcio o di sport in generale, ma anzi ha criticato penantemente il governo attuale italiano, in merito all'omicidio perpetuato nei giorni scorsi da un Rom nei confronti di una ragazza italiana.

E' stato l'unico a sottilineare che la gravità del reato non è dipesa dalla cittadinaza o dalle oridini etiniche del criminale, non esistono popolazioni più o meno propense a commettere reati.
Altrimenti noi da buoni italiani dovremmo essere bollati per il resto della nostra vita come Pizza, Mafia e Mandolino e non dire niente, anzi andarne fieri dei nostri prodotti tipici!!

Un personaggio politico che va in piazza o in chiesa che i Rumeni sono tutti delinquenti che devono essere messi in prigione e che la loro espulsione dai confini italiani è "troppo poco" deve essere messo in carcere...
Cioè ma sei un politico e una figura dello stato o un ubriacone da bar che dice l'ultima cosa che gli passa per la testa. Tutto questo poi detto da un Italiano, paese principe dell'immigrazione.

Zenga ha voluto attaccare gli esponeti politici che in questi giorni parlano di espulsione o di pulizia di massa... E' troppo facile generalizzare, è ancora di più dopo che avvengono questi reati.
20 mesi fa non si sapeva dell'esistenza di tutti questi campi Rom abusivi e ricettacolo di criminalità, prostituzione e droga?? Veramente non si sapeva??

Parlare ora è veramente ingiusto nei confronti della vittima, diventata un martire solo per l'odio e la paura grescente (anche giustificata) della società moderna; ma è sopratutto fuori luogo perchè non cambia veramente niente anzi tutto ciò peggiora le cose.

Mi sbaglio??

6 commenti:

Andrew ha detto...

Non ti sbagli Taz...
Sono contento che anche un ex calciatore abbia espresso la sua opinione a riguardo

www.diegogarciablog.blogspot.com

stoffa ha detto...

Taz...in america hanno da sempre paura dei "negri", ogniqualvolta ci siano da pestare, ammazzare, denigrare ecc ecc si punta alle "minoranze". Triste realta'.
Noi in europa invece puntiamo di solito ai rom, rumeni, albanesi e popolazioni dell' est europeo in genere.
In ufficio nei giorni scorsi ho sentito discorsi purtroppo da brivido che mi ricordano tanto (non tanto per la mia eta' ma per i racconti che ho sentito da chi ci e' stato) le squadracce.....viviamo in tempi buii...inutile negarlo tempi buii.
Teniamo duro e continuiamo a comportarci in maniera etica possibilmente diffondendone la cultura e visto che (purtroppo) spesse volte i personaggi televisivi (che quindi de facto hanno un gran potere perlomeno mediatico) mandano messaggi scorretti, ben venga se al contrario a volte ci sono quelli che veicolano messaggi corretti.
ps. ma poi scusate...cosa vogliono fare ("mandiamoli al loro paese") un mega ghetto dove le "persone cattive" vanno mandate? invece i "bravi" e benpensanti stanno tutti da un'altra parte.
suvvia....ma che cerchino di usare un po' il cervello 8forse ormai atrofizzato ed anestetizzato a dovere).
pp.ss Scusa la lunghezza del post.

gianluca ha detto...

ciao, bel blog, vorrei fare uno scambio link
http://gianluca-revolution.blogspot.com

Taz ha detto...

Stoffa non preoccuparti per quanto riguarda la lunghezza del post...
Hai perfettamente ragione viviamo in tempi buii, dobbiamo cercare di tenere duro veramente...
Sono contento di non essere il solo a pensarla così...

Satira Danzante ha detto...

Ciao Taz :).

Quello di La7 hai perfettamente ragione a dire che è l'unico telegiornale serale che riesce a dare delle notizie senza la censura barbara e l'anti-informazione perpetrata dalle reti statali (ci aggiungo ovviamente anche Mediaset,essendo più statale della Rai stessa :S!)

Che Zenga capisca la situazione rumena, è anche giustificabile dal fatto che oramai è divenuto un cittadino europeo a tutti gli effetti... cosa che moltissimi italiani residenti ancora non hanno bene in mente cosa possa voler dire essere veramente Europei.
La xenofobia repressiva e violenta come quella che stiamo manifestando come popolo, ha dell'incredibile e penso sia un metro di giudizio per poter "tarare" appunto il livello di Democrazia nel nostro paese...

...dobbiamo crescere come popolo, ma senza qualcuno che ci dica di crescere non penso sia una cosa attuabile velocemente, visto che i nostri stessi governanti non hanno nemmeno bene in chiaro il concetto stesso di "nazione", ancor prima di parlare di unione europea :S!

Alla prossima

marista urru ha detto...

Io sono spesso a Roma, e tocco con mano la incapacità di questo, come del precedente governo, di fronteggiare la emergenza Rom. I politici nostrani non mostrano di avere senso dello Stato e del servizio che debbono rendere al cittadino, per questo credo siano così "ondivaghi", dicono cose in cui non credono per non scontentare quello che poi sarà l'elettorato, poi di fronte alle proteste: contrordine, si cambia. Evidente che agiscono "a braccio" sulla spinta del momento , senza un progetto. E Roma muore, sporca, putrida, piena di malavita, non solo Rom. Un mondezzaio ed un cacatoio, mi si passi il termine, a cielo aperto.
Le squadracce rischiano di aumentare, certe periferie sono diventate invivibili, e anche certe zone del centro, mia figlia arriva a non frequentare le lezioni che finiscono tardi, anche se si è scurita i capelli,e veste come una monaca, la hanno molestata spesso, e non è una venere, è normale.
E questo non è giusto, verso i cittadini, come non è giusto sfruttare gli immigrati , e succede proprio da parte di molti di quelle organizzazioni che vogliono più immigrati, che guadagnano sul numero e sullo sfruttamento dei poveri, invece di cercare di aiutare chi viene per lavorare a migliorare la propria vita e a ricongiungersi senza.. pagare
Non so da voi, ma qui la carità, la assistenza verso gli immigrati è spesso.. pelosa.
Per i Rom, c'è poco da dire, le interviste parlano da sole : è una etnia che non ama integrarsi. tra di loro ci sono "individui" " persone, che meritano, che andrebbero aiutate, persone spesso schiavizzate dai capi, costrette a rubare e peggio, ma che fanno i buonisti per loro , se non lasciarle in mano agli aguzzini? Niente, esattamente come coloro che sono per la assurda espulsione di tutti i rom e che confondono Rom e Rumeni. Mi fermo qui, ma ci sarebbe da approfondire, senza lasciarci sviare dal giochetto delle tre carte che fanno, ognuno a modo loro per coprire gli interessi : le organizzazioni camorristiche, la malavita in genere, i "caritatevoli che ci vivono sopra, i politici , le industrie e quanti debbono incentivare loschi traffici verso la Romania, non a caso in TV l'ambasciatore Rumeno ha parlato di traffico di armi, questo nella puntata di exit, ma è stato zittito..... danaro, danaro, e la gente? che crepi pure, un sospiro, una lacrimuccia e domani è un altro giorno, e niente cambia