sabato 17 novembre 2007

Nasce "HUB", il nuovo You Tube dei diritti umani!!

E' appena nato il sito web "The Hub", ideato da Peter Gabriel, un portale che raccoglierà contributi video provenienti da tutto il mondo e che parleranno di soprusi, diritti umani negati e denunce.

[tratto da Repubblica.it]

L'artista ha voluto il sito che raccoglie video e foto amatoriali di denuncia
Usare i moderni mezzi a disposizione per testimoniare abusi e violazioni

Peter Gabriel lancia The Hub
Un "YouTube" dei diritti umani
di RITA CELI

SI CHIAMA semplicemente The Hub e si propone di raccogliere dal mondo tutte quelle testimonianze che denunciano soprusi e violazioni. E' online da pochi giorni ma già ci sono video dalla Birmania, Palestina, Cina, Argentina. Dietro questo sito c'è la firma di Peter Gabriel, artista che non ha bisogno di farsi pubblicità, che anzi s

frutta il potere e le possibilità di internet per diffondere musica ma anche idee e progetti per cambiare quello che non va.


Peter Gabriel non è nuovo a iniziative del genere: nel '92 fondò Witness, una organizzazione internazionale nata espressamente con l'intento di usare video e tecnologie online per "aprire gli occhi del mondo alle violazioni dei diritti umani". Witness ha lavorato in collaborazione con oltre 250 organizzazioni in più di 80 Paesi nel mondo, mettendosi in contatto con centinaia di attivisti e difensori dei diritti umani. Con lo slogan "See It, Film It, Change It" (Vedilo, filmalo, cambialo), l'organizzazione in quindici anni ha testimoniato le violenze nei confronti di minoranze fino alle drammatiche sequenze girate in Birmania.

Dalla Birmania parte anche The Hub, un progetto nato da una costola di Witness, con cui condivide gli intenti ma che si apre alle nuove possibilità a disposizione degli utenti di internet che nel frattempo si sono perfezionati e sono in grado di girare immagini, scrivere e raccontare quello che li circonda. The Hub intende così raccogliere i video amatoriali di denuncia, diventando una sorta di "YouTube per i diritti umani".

The Hub è la prima piattaforma globale dedicata a mezzi di comunicazione e azioni in difesa dei diritti umani. Lo slogan è "Upload It, See It, Share It, Take Action": carica, vedi, condividi, agisci. Chiunque può contribuire inviando materiale video, audio o foto, oppure può limitarsi a osservare o commentare quanto ha visto o scrivere al blog. Un breve video di 60 secondi racconta in sintesi The Hub: basta avere una videocamera, una fotocamera digitale o anche un cellulare per fare le riprese, e poi una sala cinematografica, una tv, lo schermo di un pc e via dicendo fino ai monitor più piccoli per vedere le immagini che hanno fatto la storia dell'umanità: "Technology is power. Use your power" si legge nel video.


testo tratto da Blog Censurato

5 commenti:

Annarita ha detto...

Veramente una bella idea quella di Peter Gabriel! Dà voce e volti a tante situazioni drammatiche e spesso silenti!

Andrew ha detto...

Ottima iniziativa da parte di Peter Gabriel, tra l'altro grande leader dei Genesis. Con questo nuovo portale si possono portare alla luce tante situazioni drammatiche e che vengono ignorate da istituzioni e media

www.diegogarciablog.blogspot.com

Taz ha detto...

Già grazie ad iniziative come queste si può fare a meno degli intermediari. Colui che nota una violenza o una privazione dei diritti umani può denunciarla e fare si che la sua voce sia ascoltata senza censure e senza omissioni, ed arrivi subito alla gente che può attivarsi ed aiutare.

Questo mezzo, permette di far sapere a tutto il mondo la proprio condizione.
Spero veramente che possa diventare utile!!

p.s. grandi i Genesi, ma ancora più grande Peter, come uomo e come cantante...

SerpentePiumato ha detto...

Ciao Taz, grazie della visita,
ti ho linkato,
a presto,
SerpentePiumato

100 MILIONI DI TONNELLATE ha detto...

----- Original Message -----
From: Domenico Schietti
To: carabinieri@carabinieri.it ; urp.mi@poliziadistato.it
Sent: Saturday, November 24, 2007 10:15 PM
Subject: OGGETTO: DENUNCIA SETTA DEGLI INGEGNERI SCIENTISTI


PRODUZIONE ENERGIA ELETTRICA IMPIANTI RISCALDAMENTO

CARISSIMI

Io in questo momento ho una stufa a legna ecologica piccolina da circa 5-7 kwh.

Tenendola accesa circa 8 ore al giorno, potrei sfruttare il calore non solo per scaldare l'appartamento, ma anche per produrre energia elettrica.

Sono circa 10 € al giorno di corrente elettrica che spreco inutilmente.

Butto via circa 300€ al mese di energia elettrica che potrei facilmente produrre con una Serpentina a Biomassa.

Su grandi impianti consiglio il Motore Camera, però è la stessa cosa, è il concetto che conta, la mia stufetta a legna o la vostra caldaia a metano, può scaldare gli appartamenti, produrre acqua calda, rigenerare acqua, e produrre energia elettrica.

Se la caldaia della vostra caserma fosse da 30 kwh, sarebbero circa 2000 € al mese che buttate via regalandoli ai nemici dell'umanità.

Complessivamente in Italia applicando una turbina alle caldaie si raddoppierebbe la produzione di energia elettrica senza consumare un solo kg di metano in più

PER LA MILIONESIMA VOLTA VI COMUNICO ANCHE CHE HO INVENTATO UN METODO PER FARE ACQUA POTABILE CON LA SERPENTINA AL PREZZO DI 0,002 AL LITRO ANCHE IN MEZZO AL DESERTO DEL SAHARA

Non posso frequentare da anni i miei amici, devo vivere in povertà assoluta in semiclandestinità, mi hanno usurpato decine di mie idee vendendo centinaia di milioni di prodotti derivati dalle mie idee.

Il mondo è dominato da alcune gang che fanno il bello e il cattivo tempo su scala globale.

Vi ricordo anche che ormai da anni ho confutato la legge di Boyle - Mariotte dimostrando che tutto quello che viene insegnato nelle scuole e nelle università scientifiche è falso e quindi che la setta degli ingegneri scientisti manipola la verità per ottenere decine di miliardi di euro di finanziamenti pubblici.

Vi prego di intervenire, di iniziare le perquisizioni nelle università, nelle sedi dei media, e di diffondere la notizia che non esiste nessun problema energetico, ma che si tratta di un complotto globale.

Domenico Schietti