mercoledì 26 settembre 2007

EMERGENZA MYANMAR!!!!!


Ecco postata la comunicazione che è arrivata dall' "Alto Comando" di Amnesty International in relazione alla vicenda riguardo alla manifestazione in Birmania.

Ciao a tutti,
credo che tutti noi stiamo seguendo le drammatiche notizie che arrivano dal Myanmar, nella speranza che nonsi arrivi ad una situazione ben più grave, ma con la consapevolezza chedobbiamo agire e chiedere con forza al regimedel paese ed alla comunità internazionale che venga tutelata l'integrità dei manifestanti ed il loro diritto a manifestare in modo non violento.

L'IS oltre che muoversi con comunicati e richieste ufficiali, chiedeagli attivisti di dare la massima visibilità a questa situazione, con iniziative sul territorio, possibilmente davanti a strutture di importanza pubblica.
  • A Roma venerdi ci sarà una manifestazione davanti alla sede dell'Ambasciata del Myanmar, in Via Della Camilluccia, 551
  • A Milano non essendoci neanche il consolato, abbiamo deciso di trovarci sabato pomeriggio a partire dalle 16.30 sino alle 20.00 davanti a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano.
E' ovvio che sarebbe auspicabile trovarci in un numero eccezionale di persone.

Lo dobbiamo a tutte quelle migliaia di persone che a rischio della propria vita, stanno
manifestando... PACIFICAMENTE....nelle strade del Myanmar. Coinvolgeremovarie associazioni e realtà sensibili. Chiediamo quindi non solo la presenza di più attivisti possibili, ma anche di coinvolgere voi stessi, associazioni a voi vicine, mezzi di informazioni, amici, parenti e vicini di casa.

La linea condivisa delle manifestazioni non sarà di stretta adesionealle motivazioni della protesta, ma come detto chiederemo la tutela dei manifestanti e di rispettare il loro diritto a manifestare pacificamente.


E' molto tempo che in Lombardia e a Milano non si vede una manifestazioni dai grandi numeri di Amnesty International. Sabato avremo l'occasione di scendere in strada e avremo un'opportunità in più, unica forse in termini di visibilità, di aiutare persone che lottano come noi, ma con rischi incalcolabili per la loro vita, per la libertà e i Diritti Umani.
Mi auguro di vedere quindi attivisti arrivare da tutta la Lombardia.

Ovviamente chiunque non possa partecipare a Milano o a Roma, ma abbia la possibilità di similari manifestazioni nelle proprie città specie se grandi, è invitato a farlo e a segnalarlo con tempestività all'esecutivo e a Fabio Ciconte, responsabile dell'uffico attivismo (f.ciconte@amnesty.it) anche se, possibilmente, sarebbe meglio fare una
sola grande manifestazione, rispetto a molte più ridotte.

I tempi sono purtroppo ristretti, ma come detto è una vera e propria emergenza e tutti stanno facendo il massimo per riuscire ad organizzarsi in tempi brevi.
A breve manderemo altra comunicazione sui dettagli della manifestazione, su come rendarla più efficace.
Grazie a tutti, spero che sabato una delle piazze simbolo di Milano, diventi una delle piazze simbolo della difesa dei Diritti Umani.

Scendiamo tutti in piazza!!! E come per il V-Day,Isola di Parole sarà presente (anche se ora sono tutto solo, non mi fermo di certo...)
Dopo verrà messo in rete di tutto e di più: sensazioni, foto e video della giornata!!


Mi raccomando accorrete numerosi!!!

3 commenti:

Chiara ha detto...

FORZA FORZA FORZA!!!! BISOGNA ANDARE! E' IMPORTANTISSIMO!!!!!!!!!

giovanna ha detto...

Ho "condiviso" il post, assieme a qualche altro simile, su Google Reader.
Così posso dare il mio sostegno e testimoniare l'EMERGENZA del popolo birmano, anche sul mio blog.
Bravo Taz.

Taz ha detto...

Bravissima e grazie mille!!
Ciao